Recensione: Lego-Batman il film!

Batman è senza dubbio il supereroe è stato il film più dedicato di Tim Burton a Zack Snyder, senza dimenticare Christopher Nolan, molti registi hanno giocato le sue imprese, ha reso omaggio al carattere complesso e oscuro creato da Bob Kane e Bill Finger nell’ormai lontano 1939. ogni film dedicato a lui apprezziamo l’uomo Pipistrello uscire vittoriosi dalle battaglie sanguinose contro i criminali più malvagi terrestri ed extraterrestri, ma non abbiamo visto faccia a faccia aperti demoni interiori. Almeno fino ad ora, grazie alle sale degli arrivi di cui forse il film di maggior successo e sinceramente dedicata al Cavaliere Oscuro: scegliere Batman – The Movie, un’animazione lungometraggio diretto Chris McKay. Lo spin-off del sorprendente Lego Il film diretto il campione di Gotham City.

Batman Batman v
Il Chris McKay porta Batman sul grande schermo è che abbiamo avuto il piacere di incontrare in The LEGO film già: supereroe compiaciuto, egocentrico e narciso, idolatrato dalle masse quanto (più) se stesso. Un amato tesoro, ma l’accento sulla pellicola subito, ogni volta che torna al suo nascondiglio riscopre un uomo solo. E la solitudine il vero nemico di fronte Batman nella scena animata epica dopo scena, lotta dopo lotta, si trasforma in un inno alla famiglia estesa, nel film più di una semplice dedicato ai supereroi film d’animazione buio: è profondo apprezzamento, divertente ed educativo per il pipistrello-friendly.
Compresi i riferimenti e la parodia
Proprio come i famosi mattoncini Lego Batman – anche il film non è (solo) un prodotto per i bambini, anzi. Inoltre continua il pipistrello commedia semplicistica adatta i personaggi e il fluido storia, film d’animazione sfrutta la parodia esercito implacabile di mentire, dal momento che i titoli di testa, la serietà sbeffeggiandoli cinecomic DC come folle consenso dell’autoironica Warner Bros, produttore tutto questo e altri bat-blockbuster a pronunciarsi sul grande schermo. E se non può i fan di Batman avido e permaloso comprendere appieno la folla umanizzazione di un cuore supereroe, certamente non rimarrà indifferente alle numerose battute e cita la televisione il film più di una volta un occhiolino dell’occhio i suoi autori – come Alan Moore e Adam West – questo è il mito del vigilante di Gotham City fatta.La Lego stile film
A (anti) eroe che intraprende un viaggio che mette in discussione le sue idee sbagliate, un eroe senza macchia e senza paura, una nuova famiglia di costruire, una moltitudine di amici / nemici con cui allearsi, un cattivo ideale per sconfiggere, un pizzico di ‘effetto nostalgia “e una buona dose di personaggi appartenenti alla cultura pop / secchione: sono questi gli ingredienti che hanno reso LEGO film un grande successo e sono questi – in dosi diverse e con l’aggiunta di qualche pipistrello -Qualcosa qua e là – gli elementi che rendono LEGO Batman – il film è un film delizioso, e mai noioso un film la cui forza sta nella certezza che nulla, nemmeno a vedere l’uomo Bat scontrandosi con Voldemort ed estrarre Dalek, è. impossibile.
LEGO Batman Il film utilizzando la carta vincente della parodia, The LEGO Batman utilizza la simpatia egocentrica del personaggio che abbiamo già avuto il piacere di incontrare in The LEGO film continua a regalare sorrisi al pubblico e, nello stesso tempo, il supereroe spogliato di tutte le armature – fisico ed emotivo – noi di mostrare la sua fragilità e le sue paure. Con una moltitudine di personaggi accattivanti, tante citazioni d’arte che soddisferà gli amanti del Man-Bat (e oltre!) E la capacità di non prendersi troppo sul serio, la Warner Bros. ci dà il più sincero bat-campione d’incassi di tutti i tempi e forse il più surreale e gestito cinecomic nuova generazione.

IPHONE DAL 8 AL GALAXY S8, VIA LG G6, la password che si BORDI

Il display è uno degli elementi centrali di un cellulare. Non è un caso che fino a poco tempo questo era parte uno dei più aggiornato di anno in anno, un elemento importante anche in campagne pubblicitarie e di marketing. Con l’avvento di risoluzione QHD, ma qualcosa si è inceppata, la risoluzione in realtà ha continuato a non solo non aumentare i benefici tangibili, ma anche mettendo in pericolo i rischi connessi con le prestazioni e la gamma di dispositivi esistenti. Non è un caso che tra i grandi nomi del telefono fino ad ora solo Sony è stato occupato con la sua risoluzione 4K Z5 premio, mentre tutti gli altri, Samsung LG, Huawei via, hanno fermato l’eccellente QHD. Ma quest’anno, tuttavia, la schermata centrale per l’evoluzione di smartphone consigliabile un nuovo obiettivo: l’eliminazione dei telai.
Evoluzione del genere
I pannelli della attuale top degli smartphone della gamma offrono una risoluzione eccellente e definizione, che migliorerebbe l’introduzione di 4K. L’Associate nell’uso quotidiano, anche su pannelli 6 ‘, è praticamente inutile, almeno fino a quando viene utilizzato insieme con un visore per realtà virtuale. Solo VR un gran numero di pixel tale giustifichi tali schermi di piccole dimensioni, ma avrebbe dovuto, almeno temporaneamente, guida virtuale sperimenta salsa non sviluppato come l’uso di tecnologie avanzate giustificare tali pannelli. Produttori noto questo è il motivo per cui un po ‘di tempo a questa parte gli sviluppi di questo componente sono stati del tutto marginale, se si escludono i bordi curvi della Galassia S6 / S7 e la vasta gamma di colori di iPhone 7. Tuttavia, la tecnologia che permette l’esperienza di visualizzazione su smartphone migliorare sarebbe per la sua attuazione. HDR nelle mani degli utenti di smartphone sono in grado di rappresentare molti più colori di oggi e con molto più alti picchi luminosi, ma se sei sfortunato Galaxy Note 7 nessun altro ha così vicino a concentrarsi su questo standard su dispositivi mobili. È interessante notare che anche l’aumento sarebbe referesh tasso di 60-120 Hz, che è più liscia e più reattivo esperienza dell’utente (con un consumo superiore, ma) permetterebbe, ma anche qui, a parte un paio di esperimenti, si continua a vedere nulla sul mercato .
Quest’anno vedremo la schermata di solito? Non è un caso, perché nel 2017 rifletterà tutta la gamma di soluzioni dal miglior design innovativo rispetto al passato, senza limiti di iPhone, che ora dovrebbe apparire un splendidamente ristrutturato per tenere il passo con i concorrenti. Cupertino prevede di sfruttare al meglio attualmente iPhone (cosa che avviene regolarmente ogni anno), da fornire con la tecnologia più recente, e uno schermo che occuperà gran parte del fronte. Le voci sorti parlare anche di un lettore di impronte digitali integrato sotto il vetro, particolarmente ricorda una zona anteriore taken quasi interamente dallo schermo, senza spigoli e con poco corpo attorno al pannello nella parte superiore e inferiore.

Samsung ha scelto una configurazione bordo per la S8, anche in questo caso le differenze con il passato sono più piccolo rispetto a quello del iPhone 8. La ragione è semplice: se S6 e S7 edge gigante coreano ha eliminato i bordi laterali, così quest’anno si concentrerà su quelli di sotto e al di sopra, un S8 che il lettore di impronte digitali sul retro si sposta in una posizione difficile. LG sarà anche seguire la tendenza, con un LG G6 completamente diverso rispetto al suo predecessore. Abbandonato al suo design modulare, le prime immagini del G6 uno smartphone con un numero molto minimale di fotogrammi su tutti i lati, con il lettore di impronte digitali sempre sul retro, ma in posizione centrale. In contrasto con l’approccio di Huawei almeno dalle prime immagini di perdite, che mirano principalmente ai bordi laterali del P10. Il dispositivo dovrebbe avere un vetro curvo ai lati, mentre il telaio superiore e inferiore sembra essere più forte rispetto ai loro concorrenti, anche se resta da confermare.
Technology Transfer Quest’anno la parola senza frontiere sarà molto popolare nel campo della telefonia, la notizia che, in realtà, non è così nuovo. Sharp vende già alcuni smartphone tempo senza cornici intorno allo schermo in Giappone, mentre Xiaomi scorso anno ha lanciato il meraviglioso mix Ma ho venduto alcuni pezzi dal prezzo elevato. Con l’introduzione di questa funzionalità nella top 2017 gamma, ma siamo sicuri che il display senza bordi si diffonderà nei prossimi mesi, rinnovare il forte aspetto dello smartphone attuali. Speriamo solo che le cornici sottili sono supportati da un attento studio dell’ergonomia di questi dispositivi, che altrimenti potrebbero rovinare l’esperienza di essere con accidentale utilizzo toccare o improprio del tatto.

ASUS ZENFONE 3 zoom e ZENFONE 3 AR PREVIEW

ASUS presenta due nuovi smartphone presentato a gamma Zenfone estendere al CES 2016 di quest’anno, il Zenfone 3 AR e 3 Zenfone Zoom. Febbraio scorso dovevano essere ben prima dell’avvento di zoom variante, mentre la variante AR è attivata informazioni sulla data possibile. Entrambi i dispositivi già collega un reparto fotocamera innovativa, che vuole per distinguerli dagli altri elementi della serie Zenfone e, soprattutto, dalla folla.
Il primo dei due, il Zenfone 3 HR, è dedicato alla realtà aumentata e vogliono un sistema di imaging avanzato che è in grado di offrire funzionalità non incluse offrono altri dispositivi. Ci riferiamo a caratteristiche associate con la realtà aumentata da cui deriva il suo nome dal dispositivo.
Il Zenfone Zoom 3, ma si appoggia pesantemente – come ad esempio la versione dello scorso anno – uno zoom ottico integrato nel sistema di modulo telecamera, in cui i sensori dello smartphone di solito uno zoom digitale impiegato.
La realtà aumentata su smartphone
Zenfone 3 AR è il primo smartphone a supportare ufficialmente le tecnologie di Google Tango e Google Daydream VR. Anche se è meglio conosciuto, il primo è meno conosciuto. Si tratta di una piattaforma che ha fatto il suo debutto nel Phab Lenovo 2 Pro, presentato qualche mese fa dalla casa cinese. Google Tango è il Zenfone AR per le capacità di tracciamento del movimento, la percezione della profondità e la mappatura ambiente, che possono essere utilizzati dalle applicazioni da utilizzare per misurare la distanza tra gli oggetti fisici, giocando titoli interattivi sulla linea, o controllare le carte e diversi tipi di dati sul dispositivo di visualizzazione, nonché ambienti tridimensionali effettuati in realtà aumentata. Sullo schermo, la Zenfone 3 AR dispone di un 5,7 pollici di diagonale con risoluzione dello schermo QHD Super AMOLED. L’esperienza AR è sostenuta dalla foto del segmento ASUS in cui la società denominata ASUS Tricam fotografia sensori a bordo sono in realtà tre e, presi separatamente, hanno un margine di motion tracking, una sala per la profondità e un sensore 23- megapixel Sony Exmor IMX318. La fotocamera dispone anche di un reparto di OIS quattro assi, che aiuta soprattutto durante video e immagini in movimento. Gli ospiti troveranno un ritrovamento autofocus ibrido che combina diversi metodi, come il laser e sulla base di contrasto. Anteriore, ma la fotocamera è meno estesa, e ASUS ha un sensore normale di otto megapixel in dotazione, ma con flash LED.
Il system-on-a-chip è un Qualcomm Snapdragon 821, con due core con un design Kryo a 2,35 GHz, e due unità invece stop “solo” 2.19 GHz. L’Esagono DSP, Qualcomm è comune al system-on-a-chip, aiuta molto nelle funzioni di elaborazione dedicati alla realtà aumentata, soprattutto per quanto riguarda Google Tango. Per quanto riguarda la RAM, raccogliamo una doppia 6 GB o 8 GB di spazio di archiviazione che vanno da 32 GB a 256 GB e aumentare la possibilità tramite scheda microSD. La capacità della batteria è 3300 mAh posto.

Il ritorno dello zoom ottico Zenfone
A differenza di RA, 3 Zenfone Zoom non supporta qualsiasi piattaforma per la realtà aumentata o realtà virtuale, ma invece si concentra esclusivamente sulla fotografia pura. Questo dispositivo utilizza due fotosensori posteriori per offrire diverse distanze focali quali ASUS chiama uno zoom ottico 2.3x. E ‘chiaro che abbiamo un sistema di lenti mobili con l’obiettivo di una reflex, e quindi lo zoom ottico non è davvero ottico; ASUS, tuttavia, ha detto che l’effetto è molto felice perché il Zenfone Zoom 3 molto facile da simulare il passaggio tra una camera da letto e l’altro in grado di fornire lo zoom ottico. La camera con il più grande angolo di visualizzazione ha una lunghezza focale di 25 mm, mentre l’altro sensore ha una lunghezza focale 59 mm: il primo dà preferenza al campo di visione, ma sembra essere oggetti più piccoli e più distanti, mentre la seconda segna esattamente il contrario. In combinazione quindi offrire più alta del normale esperienza fotografica, almeno secondo il giornale. Si noti che questo approccio viene utilizzato anche da iPhone 7 Plus. Il primo sensore utilizza un 12-megapixel Sony Exmor IMX362, mentre il secondo arresto mantiene la risoluzione, ma cambia la qualità e il vettore sensore, che non è noto. Nella parte anteriore c’è invece di una fotocamera da 13 megapixel senza flash.
Il SoC 3 Zenfone Zoom è un più modesto Qualcomm Snapdragon 625, un octa-core con una frequenza operativa massima di 2 GHz. La RAM può essere sia da 3GB a 4 GB, con una memoria interna invece può andare da 32 GB a 128 GB, che è di 64 GB. La memoria interna è espandibile tramite schede microSD. Diversamente Zenfone 3 AR, la batteria di questo smartphone è molto più grande, e raggiungere fino a 5000 mAh: data di efficienza Snapdragon 625, attraverso il processo di fabbricazione a 14 nm FinFET LPP, deve essere in grado di fornire un ‘ottima autonomia.
Asus Zenfone Zenfone 3 3 AR e Zoom sono due smartphone che riescono a distinguersi dalla massiccia quantità di dispositivi che nuotano nell’oceano degli smartphone. La più speciale è sicuramente Zenfone 3 AR, che permette le funzioni utente offerte di assolutamente nuovo. Probabilmente la realtà aumentata su smartphone è dedicato a sviluppatori e il pubblico, almeno per ora, ma le possibilità sono certamente interessanti. Per quanto riguarda il Zenfone Zoom 3, speriamo che Asus ha migliorato dal modello dello scorso anno, che ha presentato anche alcuni svantaggi, ma solo con l’arrivo sul mercato del dispositivo sarà sicuro.

PS4: supporto per le unità disco rigido esterno È LIMITATA A UN DISCO

Una delle innovazioni per PS4 includono il supporto per dischi rigidi esterni, ora disponibile per coloro che testano il firmware 4.50, che è attualmente in beta. Tuttavia, questo sarebbe limitata alla potenza ad un dispositivo esterno, allo stesso tempo, come riportato da alcuni utenti che tentano il nuovo sistema.
Se si sta tentando di connettersi a due disco USB, la console avverte di un dispositivo di archiviazione è già in uso, almeno si può scegliere quale utilizzare supporti per memorizzare i propri contenuti, con la possibilità di liberamente da uno a ‘altro dispositivo.
04:50 Il firmware sarà anche in grado di personalizzare lo sfondo del cruscotto, il supporto Blu-Ray 3D per PlayStation e PlayStation 4 VR modalità boost Pro.